Falsi Risvegli

by Francesco Santagata

supported by
/
  • Streaming + Download

    Includes unlimited streaming via the free Bandcamp app, plus high-quality download in MP3, FLAC and more.

      €5 EUR  or more

     

  • Compact Disc (CD) + Digital Album

    La versione fisica di Falsi Risvegli in compact Disc con artwork di Serena Concilio.

    Includes unlimited streaming of Falsi Risvegli via the free Bandcamp app, plus high-quality download in MP3, FLAC and more.
    ships out within 6 days
    4 remaining

      €5 EUR or more 

     

1.
04:34
2.
3.
4.
10:17
5.
02:32
6.
04:37
7.
02:39
8.
9.
10.

about

"Questo disco è stato composto dalle due di notte alle sette del mattino in un periodo in cui il sonno pareva proprio non avere alcuna voglia di farmi visita. Ricordo ancora quanto tempo impiegavo a capire se fossi sveglio o stessi in realtà già dormendo profondamente. I miei sogni cambiavano di volta in volta. Come un fulmine, non cadevano mai nello stesso punto. Per questo l’ho chiamato Falsi Risvegli, in omaggio ai miei dubbi serotini sul sonno e la veglia. Probabilmente è a causa di questa gestazione che il lavoro risulta febbrile ed eterogeneo, in grado di far passare da scenari post-rock ad allucinate bossa nova, da percussioni impanicate a violini cinematografici, da muri di suono noise a momenti più estatici. Il tratto comune è l’atmosfera sospesa che percorre l’intero album. Originariamente doveva essere una raccolta di colonne sonore composte per il teatro, ma avendo creato tutti i brani nello stesso periodo, capisco solo ora che la metamorfosi era inevitabile. Da miscellanea a lavoro unitario.
Dal sonno alla veglia, dalla veglia al sonno. Sempre incapace di scegliere fra i due."

Falsi risvegli è il primo progetto solista di Francesco Santagata. L’album è uscito il 30 Settembre in digitale e CD per NaDir e Tippin’ The Velvet. Le dieci tracce da cui è composto provano con
forza a situarsi nel punto di incontro tra il melodico e lo psichedelico, il post-rock più profondo e lo sperimentalismo d’ispirazione Canterbury.
La realizzazione dell’album si fonda sui principi etici DIY senza tuttavia venire meno ai criteri di professionalità e qualità della produzione. Prima produzione del collettivo NaDir di cui Francesco è
parte integrante, rigetta la filiera SIAE per una più virtuosa, quella delle Creative Commons. La marcatura temporale dei brani, inoltre, è stata effettuata con Patamu, assieme al quale il collettivo NaDir tiene settimanalmente uno sportello gratuito di consulenza legale sulle produzioni indipendenti e la tutela intellettuale presso lo Scugnizzo Liberato, nel cuore di Napoli.

credits

released September 30, 2016

Musicisti aggiuntivi:

Viviana Ulisse: violino in Giulio's theme e Dissyntheria (promo version)
Marcello Vitale: assolo di chitarra in Nadir
Luca Sabata: batteria in Cerchi Di Fumo, Dissyntheria e Nadir
Caterina Bianco: violino in Nadir (promo version)
Federico Nisci: basso in Nadir (promo version)
Luca Paolella: pianoforte in Nadir (promo version) e timpano in Giulio's theme

Una produzione di Nadir e Tippin'The Velvet

Registrato, mixato e masterizzato da Luca Paolella e Federico Nisci

Foto e artwork: Serena Concilio
Grafica: Marta Calò

tags

license

about

Francesco Santagata Naples, Italy

Sono il compositore ed esecutore dal vivo delle musiche per la compagnia di
circo contemporaneo Dal Pian Terreno, nonché delle musiche per Luna Park e Le Rose di Jennifer
di Annibale Ruccello ad opera della compagnia Ingenito – Limodio, sono anche compositore delle musiche di Lacerazioni di Fabio Pisano e autore nel duo di cantautorato sperimentale Dal
Quinto Piano.
... more

contact / help

Contact Francesco Santagata

Streaming and
Download help

Track Name: Cerchi di fumo
Cerchi di Fumo

È così che
io ti do
un me che non so
mi sfugge tra le dita
come i cerchi
di fumo

quella danza aggraziata
che conosco
quella forma vaga e sospesa
che capisco

È così che
me ne andrò
dove io non so
fuggo tra le tue dita
come il vento
senza forma

quell'illusione ansiosa
di svanire
quell'angoscia tesa e cupa
di non essere